Vivere dentro agli MMO

Vivere dentro agli MMO

5.582 views
0
SHARE

Come sarebbe vivere all’interno di Azeroth, Norrath, Tyria o Eorzea? Ecco 5 conseguenze:

1. Vivere nella paura costante del dolore

Che paesaggio troveremmo all’interno del nostro monitor? Piccoli avamposti circondati da un deserto brutale, fauna ostile, indigeni ostili, banditi ostili. Probabilmente staremmo tutto il tempo rannicchiati in una camera della locanda di qualche città, con la paura di uscire. Anche se avessimo qualche magia di guarigione, beh, avremmo paura di finire morsi, incornati, affettati, immolati, avvelenati, elettrizzati, schiacciati, annegati o presi a pugni da qualche guardia della città stessa.

2. Essere guerrieri, ladri o soldati

Non ci sarebbero molti modi di sopravvivere. Dovremmo essere guerrieri o ladri per sbarcare il lunario, oppure essere assoldati da uno di questi come soldati. Insegnati? Politici? Scrittori? Assicuratori? Scienziati? Venditori porta a porta? Niente di tutto questo. O la spada o la cucina.

3. Il tempo che non passa

Il tempo è una rottura nel mondo reale, è vero, ma se il tempo non trascorresse mai? Nessun progresso o cambiamento. Le uniche cose che potrebbero progredire sono le tue skill, la tua vita o altre caratteristiche utili a combattere. Il resto del mondo sarebbe fermo e intrappolato sempre nello stesso giorno. Ve lo ricordate “Ricomincio da capo” con Bill Murray?

 4. La morte non come un sollievo, ma come un pulsante di reset

L’immortalità può essere un’idea affascinante. All’inizio. Molto tempo dopo esserci stancati delle locande, o di essere pugnalati alle spalle dai rogue, saremmo ancora li. Un pensionamento eterno. E anche in caso di morire, il che accadrebbe mooolto spesso, non avremmo altro che un po’ di dolore e un grande pulsante “Release spirit”.

5. Conversazioni inutili h24

Cosa ne dite delle conversazioni inutili in chat general? In quel caso sarebbero voci insistenti nella nostra testa: WTS, WTB, LFG, LFM, Gold selling, Arena selling, offese, discorsi inutili, e ogni giorno nuovi newbie che chiedono come si arriva alla città principale. O come si impara una professione. O dove si fa PvP. O dov’è l’AH. O altro. Non potremmo ignorare, mutare, o scappare da quelle voci. E non ci sarebbero ospedali psichiatrici dove rinchiuderci (o forse in DC Universe si?).

Sarebbe davvero così entusiasmante vivere dentro un MMO?

NO COMMENTS