Un liceo con indirizzo eSport… esiste!

Un liceo con indirizzo eSport… esiste!

5.893 views
0
SHARE

Se prima era solo una fantasia irrealizzabile.. ora è realtà… è nata in Svezia la prima scuola dedicata all’insegnamento degli Sport Elettronici Competitivi “Arlanda High School di Sigtuna”. L’obiettivo del corso è quello di far crescere e spingere i futuri e-atleti nella loro carriera di giocatori professionisti, dando loro la stessa possibilità che si ha oggi se si vuole far di uno sport classico il proprio percorso di vita.

liceo

Così il presidente Ibrahim Khalifa commenta la nascita del corso:

“Negli ultimi anni il fenomeno e-sport non ha solamente conosciuto un aumento del pubblico ma, cosa ben più importante, ha cominciato ad essere rivalutato sia in termini sociali che culturali. Sono convinto che una buona istruzione debba essere rappresentativa della contemporaneità in cui ci troviamo e che accettare il cambiamento, investendo nelle nuove frontiere professionali anziché voltare le spalle a ciò che non si conosce e si discrimina, sia un gesto di grande responsabilità che il mondo dell’istruzione deve sostenere.”

Arlandagymnasiet

Lo spoco è quello di preparare giovani atleti pronti ad intraprendere un cammino in questo mondo in crescita esponenziale: si stima che nel solo 2014 siano stati consegnati premi per una cifra non inferiore ai 240 milioni di dollari.

8398176037_ddfee30ef1_h

La scuola quindi sarebbe composta di un massimo di sette posti per il primo anno, anche se in futuro si punta a raggiungere classi formate da circa 30 iscritti. Le lezioni, di un massimo di 115 minuti, sono state distribuite in tre giorni a settimana per il primo anno. Ibrahim Khalifa spiega inoltre il perché di questa scelta così inusuale:

“La ricerca ha ampiamente dimostrato come giocare aiuti i giovani a sviluppare le proprie capacità cognitive, a migliorare la memoria e a potenziare le proprie abilità di problem-solving. A questo si aggiunga la necessità di possedere un fisico ben allenato, fondamentale per uno stile di vita sano e per garantire il mantenimento della concentrazione nei lunghi periodi di stress tipici dell’ambiente competitivo.”

L’idea sembra ottima ma realizzabile solo in quei paesi che puntano e credono nei giovani, in italia (paese per vecchi) penso che un progetto del genere venga deriso da tutti ma… sono fiducioso in una crescita mentale di questo paese. In Italia il sistema d’istruzione non raggiunge vette d’avanguardia così straordinarie come quello svedese, tuttavia GEC è al lavoro per erogare una serie di corsi atti a promuovere la cultura degli eSports e a formare i professionisti del settore.

NO COMMENTS